Vai direttamente al menu "Paesi terzi"
Vai direttamente al contenuto della pagina
 

IL NUOVO SITO DEL DPS E' RAGGIUNGIBILE ALL'INDIRIZZO WWW.DPS.GOV.IT

Dipartimento per le politiche di sviluppo Ministero dello Sviluppo Economico
PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
 

 Accordi bilaterali

Fra le sue competenze istituzionali, il Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione, promuove e gestisce progetti di cooperazione bilaterale - finanziati attraverso risorse aggiuntive nazionali - con Amministrazioni centrali e regionali di Paesi partner dell’Unione europea, di Paesi candidati e di Paesi interessati dalle politiche europee di vicinato e relazioni esterne.
Obiettivi prioritari della cooperazione bilaterale del DPS sono:

  • la partecipazione attiva al processo di allargamento dell’Unione europea con la finalità di facilitare la transizione dei Paesi candidati e il loro rapido adattamento alle regole comunitarie, con particolare riferimento alla politica regionale comunitaria (come nel caso dei Progetti di Cooperazione Bilaterale avviati in Croazia e in Turchia);
  • la diffusione delle regole e dei metodi della politica regionale italiana per la promozione dello sviluppo economico, dell’inclusione sociale, della stabilizzazione amministrativa e della crescita della partecipazione democratica (come nel caso del Progetto di Cooperazione Bilaterale avviato in Serbia);
  • il radicamento della presenza istituzionale del Dipartimento nei Paesi già beneficiari di azioni di assistenza tecnica nell’ambito dei Gemellaggi amministrativi (come nei casi dei Progetti di Cooperazione Bilaterale in Polonia, Bulgaria e Turchia), con la finalità di rafforzare e dare continuità ai contatti stabiliti presso i Ministeri stranieri responsabili della programmazione economica e finanziaria;
  • il coinvolgimento in progetti di cooperazione di rilievo internazionale anche delle Regioni italiane, in particolare di quelle del Mezzogiorno, per la valorizzazione delle aree sottoutilizzate, la crescita delle capacità istituzionali e amministrative, l’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali, la creazione di opportunità di cooperazione con Regioni di altri Paesi.